Molto spesso, il termine “taping” ci spinge a interrogarci sulla differenza tra il K-Taping e i metodi di taping classici. In realtà, questo confronto risulta quasi impossibile, poiché il K-Taping è una forma terapeutica che ha un campo di applicazione estremamente più ampio. I tape elastici vengono applicati in modo indipendente utilizzando speciali tecniche lungo le strutture muscolari, i legamenti e i nervi o incanalano il liquido linfatico per facilitarne il flusso. Il K-Taping non impedisce la mobilità del paziente, diversamente dai metodi di taping classici i quali, nella maggior parte dei casi, vengono applicati attorno alle articolazioni e alle strutture per immobilizzarle o proteggerle dal sovraccarico. Tale restrizione del movimento è collegata a ben noti problemi di rigidità e ad una riduzione della massa muscolare. Il K-Taping coniuga un trattamento efficace con la prevenzione, consentendo nel contempo la completa mobilità!
Il K-Taping viene utilizzato solo da terapeuti e medici certificati che abbiano ricevuto una formazione specifica. La conoscenza medica dell’anatomia, della fisiologia del sistema muscolare e neurale, così come della posizione dei legamenti è essenziale per imparare ad utilizzare il K-Taping e per poter sfruttare tutte le possibilità applicative offerte da questo complesso trattamento. Mentre l’effetto di molti trattamenti manuali si esaurisce alla fine degli stessi, il K-Taping è una forma di terapia che i pazienti portano a casa con sé e la cui efficacia si manifesta 24 ore al giorno grazie all’applicazione del tape unita ai movimenti del corpo.


La sua efficacia si mantiene per tutto il tempo in cui il tape viene indossato, anche se duramente sollecitato durante il lavoro giornaliero o le attività sportive. In questo modo le tecniche di correzione linfatica continuano a favorire il drenaggio linfatico manuale tra un trattamento e l’altro. Il K-Taping può migliorare la qualità della vita in numerosi ambiti ed è in grado di prolungare la propria efficacia se integrato con le moderne tecniche terapeutiche, per esempio dopo un intervento per l’asportazione di un carcinoma mammario.